Monotipo

Il monotipo è l’unica tecnica grafica che produce opere uniche, contravvenendo alla tipicità dell’arte grafica di realizzare multipli. 

Si ottiene dipingendo una lastra di metallo con pittura ad olio che imprime, per pressione, il disegno sul supporto cartaceo finale. Si ascrive alle tecniche grafiche perché per produrla c’è un passaggio di stampa: il disegno viene trasferito da una superficie all’altra mediante una pressione. 

Oltre al metodo classico appena descritto vi è una variante in cui il disegno di partenza viene disegnato su un foglio con il carboncino, il foglio viene schiacciato fra due fogli bianchi dove lascerà una traccia del segno. 

Dopo decenni di oblìo oggi la tecnica è in auge sia per bilanciare la riluttanza di una parte del collezionismo che, temendo la saturazione del mercato da parte delle opere seriali, predilige l’unicità tipica di questa tecnica; sia perché con l’introduzione nel mercato di opere ottenute con mezzi fotomeccanici (fotografia, fotocopie, plotter etc.) in questa forma d’arte l’intervento dell’artista è evidente. Infine è una tecnica affrontabile anche da quegli artisti che non hanno specificatamente delle conoscenze grafiche, può infatti essere sufficiente saper disegnare.